Giovanni Marro

(1875-1952)

Nasce a Limone Piemonte (CN) nel 1875, figlio di Antonio, psichiatra insigne, e fratello di Andrea, noto chirurgo.  


Si laurea a Torino in Medicina e Chirurgia nel 1900; nel 1907 è già Medico primario e Direttore del Laboratorio Anatomico dell’Ospedale  Psichiatrico di Collegno (TO) e diventa, poi, nel 1937, Direttore Generale dei quattro Ospedali Psichiatrici di Torino-Collegno. Dal 1911, come membro della Missione Archeologica Italiana in Egitto (M.A.I.), partecipa agli scavi archeologici al seguito del Prof. Ernesto Schiaparelli e, successivamente, del Prof. Giulio Farina, egittologi e Direttori del Museo Egizio di Torino.

Affiancando i due studiosi, il Prof. Marro mette insieme una grande raccolta antropologica, oggi a lui intitolata. Dal  1923  insegna Antropologia presso l’Ateneo torinese e fonda il Museo di Antropologia ed Etnografia nel 1926, raccogliendo un grande patrimonio di oggetti provenienti da tutte le parti del Mondo. Muore a Torino il 20 luglio 1952.

“...concepì la Storia Naturale dell’Uomo sintesi di ogni disciplina naturalistica; e l’uomo studiò, considerandone  ogni manifestazione o recondita espressione, nell’anatomia e fisiologia, nell’osteologia, nella etnografia, nell’archeologia, nella preistoria e nella storia, inquadrando ogni fenomeno biologico nell’ambiente naturale, quale originario promotore e orientatore”  (Fumagalli, 1952).


Il Museo è chiuso
per infomazioni e-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.